mercoledì 18 febbraio 2015

Emergenza profughi: in arrivo altri 500 al campo base di Bresso-Milano

[comunicato stampa]
“Imbarazzante gestione degli sbarchi, mentre le imprese chiudono il governo dà vitto e alloggio ai clandestini”. E' questo il commento del vice capogruppo della Lega Nord in Regione Lombardia, Jari Colla.
“Nella giornata di oggi arriveranno nelle strutture imbastite nell’ex caserma di via Clerici a Bresso almeno 500 immigrati provenienti dal sud Italia, un terzo dei quali destinati a rimanere a Milano o nell’hinterland. La notizia appare ancora più preoccupante alla luce del fatto che gli osservatori internazionali parlando di altre 200 mila persone pronte a salpare alla volta del nostro Paese.
Purtroppo, come Lega Nord, siamo stati facili profeti e quanto avevano previsto si sta realizzando, il tutto grazie alla imbarazzante e disastrosa gestione portata avanti della coppia Renzi-Alfano, impegnatissima nel fare quanto possibile perché il nostro territorio si trasformi in un enorme campo di finti profughi a cielo aperto.

Appare sconcertante come, mentre la disoccupazione giovanile tocca picchi mai visti e ogni giorno si assiste alla chiusura di decine di attività economiche fra imprese, commercianti e artigiani, il Governo nazionale si prodighi per dare vitto, alloggio e benefit vari alle decine di migliaia di sbarcati sulle nostre coste negli ultimi mesi, bollando il tutto con il nome fuorviante di “emergenza profughi”. È bene ribadire infatti, come, stando ai dati forniti dallo stesso Viminale, fra coloro che sbarcano il numero di profughi effettivi, con i legittimi requisiti per la richiesta di asilo, sia circa 1 su 10. Siamo ovviamente d’accordo nell’assistere chi ne ha diritto e fugge da una guerra, siamo però altrettanto determinati
– chiosa Jari Colla - a rispedire al mittente quel 90% che invece non sono altro che clandestini entrati in Italia illegalmente.”