giovedì 6 agosto 2015

Riforma della Sanità: vittoria per il territorio del Nord Milano

[Comunicato Stampa]
Jari Colla: “Riforma della Sanità: vittoria per il territorio del Nord Milano".
In merito all’approvazione da parte del Consiglio regionale, avvenuta nella giornata di ieri, della riforma socio-sanitaria di Regione Lombardia, è intervenuto il vice capogruppo della Lega Nord al Pirellone Jari Colla.
“Sono estremamente soddisfatto di questa riforma perché dimostra l’attenzione di Regione Lombardia per i nostri comuni. Nasce l’ "ASST Nord Milano" comprendente i comuni del nord Milano degli ex distretti ASL 6 e 7 e i due Ospedali di Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni oltre a tutta la rete milanese dei poliambulatori. (ex ICP). E' per noi il giusto riconoscimento e la valorizzazione del nostro territorio e delle sue peculiarità, un progetto che ho personalmente sostenuto fin dall’inizio dei lavori e che ora ha finalmente visto la luce. Grazie a questa riforma i nostri due ospedali verranno ulteriormente valorizzati, acquisendo ulteriori competenze e responsabilità, in particolare quelle legate a tutto il settore socio-sanitario occupandosi dell'assistenza sul territorio.”
“Più in generale queste norme porteranno maggiore assistenza per i malati cronici, gli anziani e i disabili. Fra le altre novità c’è la creazione di una specifica agenzia di controllo, che agirà non soltanto sui costi ma anche sulla qualità delle prestazioni erogate, e la riduzione delle spese, dovuta al dimezzamento delle Asl e all’introduzione della centrale unica degli acquisti, misure che porteranno ingenti risparmi che verranno utilizzati per la riduzione dei ticket. Nascerà infine a Milano il “polo del bambino”, destinato a diventerà un’eccellenza mondiale in questo ambito.”
“È bene sottolineare che, nonostante i pesanti tagli operati dai governi a guida Partito Democratico di ...
Renzi e Letta negli ultimi tre anni, la Lombardia non chiuderà nessun ospedale, garantendo un alto livello di prestazioni e una maggiore integrazione fra il settore sanitario con quello sociale, andando così incontro alle mutate esigenze dei cittadini lombardi. Con questa riforma – conclude Jari Colla – la sanità lombarda si perfeziona, si rinnova ed è pronta a sostenere nuove sfide.”